LE CONDIZIONI TRATTATE

VISO

Il viso è la zona più esposta e visibile del nostro corpo che ci permette di instaurare relazioni sia con noi stessi che con gli altri.
E’ la prima area da cui siamo colpiti quando guardiamo una persona. Per questo, molti quando notano qualche imperfezione o qualche segno del tempo, possono provare un certo disagio.
Per evitare questa sensazione, è importante prendersi cura e migliorare la propria immagine, nel rispetto della propria identità.
E tu quale aspetto di te vorresti migliorare?

CAPILLARI ROTTI, TELEANGECTASIE

I capillari sono piccoli vasi sanguigni del corpo che fanno parte della microcircolazione. Connettono arterie e vene, permettendo lo scambio di acqua, ossigeno, anidride carbonica e molte altre sostanze nutritive, tra il sangue e i tessuti.
Il tessuto endoteliale (tessuto che riveste i vasi sanguigni) ha uno spessore di un solo strato di cellule e misura dai 5 ai 10 micron di diametro. Essendo così sottile può danneggiarsi facilmente per svariate ragioni, soprattutto in alcune zone critiche come il viso ed arti inferiori.

I capillari rotti, noti per la medicina tradizionale come teleangectasie, appaiono come un reticolo di sottili segni rossi sulla pelle. Sono in realtà dilatazioni ed ectasie del vaso stesso che diventa, così, visibile attraverso la pelle. Spesso vengono chiamate anche zampe di ragno. Si possono trovare comunemente intorno al naso, alle guance, alla bocca, al collo, come anche nella parte alta del busto e nelle gambe.

Le persone con la pelle chiara sono maggiormente propense ad avere teleangectasie rispetto alle persone con una carnagione scura o olivastra. Quelle con pelle sensibile, avendo lo strato del tessuto endoteliale più sottile e permeabile rispetto alle altre, sono anch’esse molto suscettibili a questa condizione.

Procedure consigliate

Rugosità ED ASSOTTIGLIAMENTO labiale

È difficile evidenziare quanto le labbra siano importanti per l’immagine generale del proprio viso e il modo in cui veniamo percepiti dagli altri. È l’elemento da cui parte la comunicazione. Le labbra emettono tanti segnali che informano l’interlocutore sul nostro umore, sulle intenzioni e sulla nostra indole. In altre parole, le nostre labbra dicono tanto su di noi. L’avanzare dell’età, può causare una alterazione dei messaggi che esse possono trasmettere.

La rugosità labiale, la caduta verso il basso delle commissure, l’assottigliamento e la introflessione delle stesse possono trasmettere involontariamente qualche messaggio non desiderabile: possono essere un precoce indicatore dell’avanzamento dell’età, facendoti sembrare più vecchio di come ti senti. Puoi apparire più stressato, più stanco e più triste di quello che sei in realtà.

La volumizzazione delle labbra e’ una procedura delicata, che richiede una accurata valutazione e ponderatezza da parte del medico per evitare di ottenere iper-correzioni estremamente sgradevoli ed inestetiche.

Molto spesso, infatti, si presentano in studio pazienti che desiderano una riduzione e ri-proporzione delle labbra. Questa correzione può essere ottenuta all’istante con l’ausilio di preparati (es. Ialuronidasi) che “sciolgono” enzimaticamente gli accumuli eccessivi di acido ialuronico.

Delle labbra ben volumizzate ed idratate e delle commissure ben sollevate, tolgono istantaneamente anni dal tuo viso e trasmettono positività ed energia a te e a chi ti ascolta.

Procedure consigliate

Labbra sottili

Labbra sottili o con carenze strutturali non sono soltanto sinonimo di invecchiamento, ma anche essere carenze essenziali (geneticamente determinate) nel viso del soggetto giovane. Possono essere causa di imbarazzo e trasferire alle persone con cui ci interloquiamo messaggi non corretti. Non solo possono farci sembrare tristi, trascurati, tesi, arrabbiati, più vecchi di quanto vogliamo ma anche alterare la naturalezza del nostro sorriso.

Anche l’invecchiamento può cambiare la forma delle labbra e della bocca depauperando questa unità funzionale importantissima. L’azione del tempo produce, infatti, il riassorbimento dei compartimenti adiposi del viso e un riassorbimento delle strutture ossee della mascella e mandibola.

Il risultato di tutto ciò e’ una bocca assottigliata, inespressiva ed introflessa. Tutti questi problemi possono essere corretti in modo sicuro ed indolore, con varie procedure di Medicina estetica.

La forma ideale delle labbra dipende dalla discendenza etnica della persona ma anche da precise formule matematiche: per esempio, delle labbra piacevoli da vedere hanno una ampiezza tale che i lati si allineano al centro dell’iride. La pienezza delle labbra dovrebbe diminuire ai lati della bocca e il rapporto tra labbro inferiore e superiore dovrebbe essere 40:60. Molti ottimi artisti e medici si riferiscono alla sezione aurea quando parlano delle caratteristiche che il viso e le labbra dovrebbero mostrare.

La volumizzazione delle labbra e’ una procedura delicata, che richiede una accurata valutazione e ponderatezza da parte del medico per evitare di ottenere iper-correzioni estremamente sgradevoli ed inestetiche.

Molto spesso infatti si presentano in studio pazienti che desiderano una riduzione o ri-proporzione delle labbra. Questa correzione può essere prontamente ottenuta con l’ausilio di preparati (es. Ialuronidasi) che “sciolgono” enzimaticamente gli accumuli di acido ialuronico in eccesso.

Delle labbra ben volumizzate ed idratate e delle commissure ben sollevate, tolgono istantaneamente anni dal tuo viso e trasmettono positività ed energia a te e a chi ti ascolta.

Procedure consigliate

SEGNI DELL’ ACNE

I segni dell’acne o cicatrici acneiche restano visibili sulla nostra pelle quando la rigenerazione ed i processi riparativi della pelle stessa non si verificano in maniera ottimale. L’infiammazione persistente associata alla lesione può danneggiare il tessuto epiteliale, impedendone una corretta riparazione.
Queste cicatrici possono manifestarsi in diversa forma e dimensione: incavate, rilevate, cicatrici estese, irregolari, talvolta anche cheloidi.
Non sono ancora del tutto note le cause per cui in alcune persone possono essere maggiormente visibili i segni dell’acne rispetto ad altre. La propensione dipende, almeno in parte, da una predisposizione genetica.
Non ogni pustola acneica si svilupperà necessariamente in una cicatrice. Le lesioni cutanee più grandi, profonde e caratterizzate da una maggiore infiammazione sono quelle che più probabilmente daranno esiti cicatriziali più visibili.
Ci sono lesioni acneiche che dovrebbero essere curate più rapidamente rispetto ad altre per prevenire la comparsa di cicatrici specie se caratterizzate da aspetto papulo-nodulare o cistico, mostrando al contempo una intensa infiammazione.
I segni dell’acne si possono facilmente evitare con una corretta prevenzione e cura.
Nel caso di “acne in fase attiva” le possibilità terapeutiche sono innumerevoli ed atte a mitigarne il decorso e la gravità.
Molto spesso la patologia acneica viene sottovalutata o trattata senza affidarsi a un medico, peggiorando quindi sensibilmente l’esito delle lesioni e la durata del processo infiammatorio.
Nuovissime ed efficaci sono le terapie volte a ristabilire equilibrio nel microbioma cutaneo, rafforzandone la sua originale funzione protettiva.

Procedure consigliate

ACNE IN CORSO

L’acne è una condizione comune della pelle che può essere fastidiosa, dolorosa e lasciare cicatrici se non trattata. Molte persone credono che lavarsi frequentemente, cambiare la propria dieta, utilizzare prodotti topici da banco sia sufficiente a curare l’acne, ma non così. Lavarsi eccessivamente e utilizzare prodotti chimici aggressivi può addirittura peggiorarla.

Secondo l’American Academy of Dermatology, l’acne è la più frequente patologia dermatologica al mondo. Non ne sono affetti solo i giovani; sta crescendo, infatti, il numero di donne di 30, 40, 50 anni affette da questa condizione, denominata acne tardiva.

L’acne vulgaris, comunemente chiamato acne, è una patologia epiteliale di lunga durata, caratterizzata dalla presenza di comedoni (formazioni di colore giallastro), papule (rilievi di pelle) e noduli che possono portare a cicatrici. L’acne è una malattia estremamente frustrante; può causare ansia e può ridurre la propria autostima.

L’acne vulgaris, comunemente detta acne, è una patologia epiteliale a lunga durata, caratterizzata dalla presenza di comedoni, papule e noduli che possono esitare in cicatrici.

E’ un’infiammazione cronica delle ghiandole sebacee, associate ai follicoli piliferi. Si presenta quando la secrezione di queste ghiandole, attraverso la struttura dei follicoli piliferi, viene ostacolata o diviene estremamente densa non potendo più raggiungere la superficie della pelle. Questo causa la formazione di punti bianchi o neri (black head) che evolvono verso la formazione di un foruncolo caratterizzato da rossore, rigonfiamento e pus. L’acne può causare anche cisti molto dolorose.

I cambiamenti ormonali sono tra le innumerevoli cause dell’acne: per questa ragione l’acne si trova comunemente tra gli adolescenti ma tutti ne possono essere affetti, inclusi bambini e adulti. Le cause più comuni della comparsa dell’acne sono cambiamenti ormonali durante la pubertà, la gravidanza e il ciclo mestruale, così come le alterazioni della flora batterica di superficie (micobioma). Anche le irritazioni dovute all’ambiente e l’utilizzo di prodotti irritanti per la pelle.

L’acne solitamente appare sul viso, sul collo, sulla schiena, sul petto e sulle spalle in tutte quelle aree cioè dove è presente una abbondante secrezione sebacea.

Ci sono molti luoghi comuni a proposito delle cause dell’acne: non è il risultato di una pelle troppo sporca e impura. La cioccolata, le noci e i cibi grassi non sono causa di acne. Tuttavia diete caratterizzate da una elevata assunzione di zuccheri raffinati possono aumentare l’incidenza di acne o peggiorarne il decorso causando dato che favoriscono alterazioni del microbioma cutaneo.

Procedure consigliate

OCCHIAIE MARCATE, BORSE SOTTO GLI OCCHI, PALPEBRE CADENTI

Le occhiaie marcate o Tear Trough, compaiono a livello del distretto perioculare come linee incavate di colorito nero violaceo in corrispondenza del solco lacrimale. Si formano come risultato del progressivo riassorbimento del grasso sottocutaneo insieme alla comparsa di lassità di alcuni setti e perdita di tessuto osseo nella periorbita.

La cute sovrastante queste zone diviene progressivamente più sottile ed anelastica mostrando in trasparenza vasi e strutture sottocutanee che sono responsabili della caratteristica colorazione violacea della lesione. Queste alterazioni conferiscono un aspetto stanco e trascurato al volto. La loro eliminazione con un semplice intervento medico estetico è in grado di donare immediatamente un aspetto più giovane, fresco e riposato.

Procedure consigliate

 

Le borse sotto gli occhi sono un’altra lesione del distretto periorbitario, causato dal tessuto adiposo retro orbitario che ernia (fuoriesce) attraverso l’orbita (spostandosi al di fuori della cavità orbitaria) e diventa visibile a livello della palpebra inferiore.

Possono comparire zone scure al di sotto di quelle sporgenti, ma in questo caso sono dovute alla sporgenza relativa della borsa che fa apparire più infossata la cute sottostante. E’ molto importante in termini di trattamento, una corretta diagnosi differenziale tra “borsa” e “tear trough”. 

Anche in questo caso il nostro aspetto diviene stanco ed invecchiato. La soluzione medica estetica, con un procedimento diverso rispetto alla correzione del tear trough, è in grado di risolvere questo fastidioso inestetismo.

Procedure consigliate

 

Le palpebre cadenti invece sono un altro segno di invecchiamento precoce legato sia alla fotoesposizione sia al riassorbimento dei vari tessuti orbitali (grasso ed osso). La palpebra superiore appare cadente ed arriva molto spesso ripiegandosi ad appoggiarsi quasi completamente sulle ciglia, a volte ostacolando anche la visione.

Le terapie per risolvere questa problematica sono molteplici e possono procrastinare per moltissimi anni una eventuale soluzione chirurgica.

A volte nella stesso paziente è facile osservare una combinazione di tutte e tre queste alterazioni: TearTrough, Borse palpebrali, Palpebre cadenti. In questo caso è risolutivo un approccio multiplanare progressivo che andrà a ringiovanire tutto il distretto periorbitario.

Procedure consigliate

Imperfezioni del naso

Il rinofiller, cioè la correzione con filler iniettabili a base di acido ialuronico, delle alterazioni del profilo e dei volumi del naso, dà risultati eccezionali e naturali senza essere invasiva come la controparte chirurgica: la rinoplastica.
Talvolta, tuttavia, nel caso di alterazioni veramente importanti, l’utilizzo delle tecniche chirurgiche risulta veramente insostituibile.

Procedure consigliate

MANDIBOLA TROPPO SQUADRATA

Molte persone presentano un ingrandimento ipertrofico eccessivo del muscolo massetere. Si tratta del muscolo principale della masticazione ed è palpabile quando si stringono i denti a livello degli angoli mandibolari. E’ il muscolo che maggiormente definisce la larghezza della mandibola conferendole un aspetto squadrato. Conferisce un aspetto molto mascolino e teso a chi ne è afflitto.

Questo muscolo può presentarsi ipertrofico a causa di una predisposizione genetica, per il continuo esercizio masticatorio (grandi consumatori di gomma da masticare), o a causa del bruxismo (quando si digrignano costantemente i denti, specie durante il riposo notturno).

Le donne asiatiche sono geneticamente predisposte ad avere una mandibola squadrata a causa di un massetere ipertrofico. L’attenuazione dell’aspetto squadrato e possente della mandibola con metodiche medico-estetiche non invasive dona un ovale del viso più esile e raffinato e una forma complessivamente più graziosa e femminile del viso.

Procedure consigliate

Rosacea

La rosacea è una comune condizione della pelle che, se non trattata, può causare seri problemi. La maggior parte delle persone che ne è affetta non ne è consapevole. I primi segni di rosacea includono persistenti rossori al viso che si presentano periodicamente e diventano gradualmente sempre più persistenti. Come la patologia progredisce, i vasi sanguigni cominciano a diventare visibili, si possono formare delle pustole e, in casi estremi, si può osservare un rigonfiamento ipertrofico dei tessuti del naso (rinofima).

La rosacea può essere ridotta e controllata, specie quando viene curata nei primi stadi.
La rosacea può colpire tutti, ma è più comune nelle persone che hanno una pelle chiara. E’ molto più comune nelle donne che negli uomini. I sintomi della rosacea includono:

  • Arrossimento senza motivi apparenti
  • Brufoli
  • Comparsa di capillari dilatati
  • Rossore persistente
  • Sensibilità alle applicazioni di medicinali topici
  • Ingrandimento del naso

Non si ha ancora la certezza delle cause di questa patologia, ma pare che l’esposizione costante al calore, l’esposizione al sole o al vento, le fredde temperature, i cibi piccanti, l’alcol, gli ormoni, lo stress psicologico, gli steroidi topici, la colonizzazione da parte di batteri particolari, possano essere degli elementi aggravanti e favorire la malattia.

Procedure consigliate

RUGHE FACCIALI

La comparsa di rugosità nei vari distretti corporei è una manifestazione dell’invecchiamento cutaneo che può riconoscere varie cause.

La causa principale è il foto-invecchiamento cioè l’esposizione prolungata alla radiazione solare senza filtri protettivi. Altre cause più complesse possono derivare dallo stile di vita: da una alimentazione ricca di zuccheri con aumento della glicazione fino all’esposizione a vari fattori ambientali.

Le zone più precocemente colpite sono quelle maggiormente fotoesposte: viso, dorso delle mani, ginocchia.

La cute affetta tende progressivamente a perdere la sua struttura e funzionalità corrette.

Le cellule fibroblastiche, presenti nel suo contesto, perdono progressivamente la loro funzione con riduzione della produzione di fibre elastiche, collagene e glicosaminoglicani (componenti fondamentali per mantenere la struttura della pelle). Le fibre elastiche ed il collagene già presenti perdono le loro proprietà meccaniche e strutturali e la produzione di sebo si riduce causando secchezza e disidratazione. Anche i melanociti perdono progressivamente la loro capacità di produrre melanina esponendo la pelle ad un maggior danno foto indotto.

Le rughe si dividono principalmente in due categorie: dinamiche e statiche.

Le dinamiche, note anche come rughe di espressione, tendono a scomparire a riposo. Quelle statiche invece segnano costantemente la pelle.

La Medicina estetica è la soluzione più adatta a risolvere questo tipo di inestetismi proponendo anche valide soluzioni preventive.

A seconda del tipo di ruga e di alterazione, si passa dai filler al botox, dalla biorevitalizzazione al fotoringiovanimento laser, dalle creme topiche personalizzate ai peeling chimici, dai trattamenti a base di peptidi iniettivi alla supplementazione soft aging.

Procedure consigliate

Gummy smile o sorriso gengivale

Il difetto consistente nella eccessiva esposizione della gengiva superiore quando si sorride, è detto anche: “gummy smile”, “sorriso gengivale” o “sorriso di gomma”. Esso è dovuto ad una iper-attività dei “muscoli del sorriso” e può  trovare risoluzione con un corretto trattamento estetico della zona periorale effettuato con botox o filler (DYNA Codes™). L’effetto è estremamente naturale e ridona all’istante la gioia di un sorriso pieno e spontaneo.

Procedure consigliate

Rivolumizzazione degli zigomi

Il distretto zigomatico non solo può essere depauperato dal trascorrere degli anni ma anche essere una carenza essenziale (genetica) nel viso del soggetto giovane. Una corretta proiezione dello zigomo e dell’arcata zigomatica conferiscono al viso delle proporzioni armoniose che subito vengono colte dall’occhio di chi ci osserva. 

Degli zigomi che armonizzano con il mento e con le labbra rendono immediatamente un viso molto interessante e sono un sinonimo di eleganza e classe. Oltre alla funzione meramente estetica di questa unità del volto, lo zigomo è un elemento strutturale importantissimo che garantisce un corretto sostegno a tutto il terzo inferiore del viso che apparirà, quindi, meno cadente e stanco.

Molto spesso infatti delle guance cadenti ed incavate o una linea mandibolare eccessivamente rilassata vengono prontamente rigenerate da un trattamento di rivolumizzazione della zona zigomatica. Anche le occhiaie incavate (tear trough) vengono notevolmente migliorate dal trattamento  di rivolumizzazione dello zigomo.

E’ molto importante non esagerare nel trattare queste zone delicate, dato che basta veramente poco per passare da un aspetto “interessante ed armonico” ad uno iper-corretto innaturale e troppo vistoso. Molto spesso infatti si presentano  in studio pazienti che desiderano una riduzione e ri-proporzione del distretto zigomatico. Questa correzione può essere prontamente eseguita con l’ausilio di preparati (es. Ialuronidasi) che “sciolgono” enzimaticamente gli accumuli di acido ialuronico. Il trattamento della zona zigomatica è uno di quegli interventi “magici” che con un minimo impegno ci garantisce la massima resa in termini estetici.

Procedure consigliate

DOPPIO MENTO

Il doppio mento è dato da una eccessiva deposizione di grasso sottocutaneo nella zona compresa tra mento e collo. E’ un inestetismo molto frequente che compare quando si aumenta improvvisamente di peso o anche essere una caratteristica essenziale (genetica) del nostro profilo. 

La presenza del doppio mento altera profondamente il nostro profilo facendo apparire il mento più sfuggente ed il collo più corto. Conferisce un aspetto vecchieggiante e trascurato, ma può essere facilmente eliminato.  Le procedure utilizzate comunemente prevedono l’utilizzo di peptidi o di fosfatidilcolina. L’eliminazione del doppio mento permette una ridefinizione della linea della mandibola e del mento. Molto spesso a questo tipo di intervento si associa anche una rivolumizzazione del mento per donare una maggiore naturalezza al risultato.

Procedure consigliate

Mandibola sfuggente

Il desiderio di molti uomini è mostrare un aspetto più mascolino e forte. La ridefinizione del volume e della proiezione dell’angolo mandibolare risponde a questa esigenza.

Si ottiene mediante l’uso di fillers a base di acido ialuronico, spesso con una sola seduta. Per rendere il tutto più armonico e naturale a questo trattamento si associa un aumento della proiezione del mento che apparirà anch’esso più forte e squadrato.

L’aspetto iper-maschile è garantito.

Procedure consigliate

CICATRICI DA ORECCHINO E DA PIERCING

Sono generalmente lesioni cicatriziali incavate, dovute all’utilizzo di orecchini o piercing eccessivamente grossi e pesanti. Queste lesioni distorcono la normale architettura del lobo arrivando talvolta a reciderlo in due parti. Sono a volte anche visibili in corrispondenza dell’ombelico dove arrivano ad  alterare la sensualità di questa zona.

Il trattamento si effettua a mezzo di filler a base di acido ialuronico che servono a reintegrare i volumi persi a restringere il diametro dei fori ed a ripristinare la normale levigatezza. Nei casi in cui la lesione è più visibile, è a volte necessaria una aggiuntiva ed indolore procedura chirurgica per migliorare la resa estetica.

Procedure consigliate

Riduzione degli accumuli di acido ialuronico (Ialuronidasi)

La Ialuronidasi o Hyaluronidase è la sostanza maggiormente impiegata in Medicina estetica per risolvere accumuli indesiderati, noduli o ipercorrezioni dovute a filler a base di acido ialuronico. Questo tipo di alterazioni si possono osservare più frequentemente a livello degli zigomi o delle labbra precedentemente trattati in eccesso. La procedura è rapida ed indolore.

Procedure consigliate

RICHIEDI UN CONSULTO

Compila il form per richiedere una consulenza o un appuntamento con il dottor Campironi. 

Sei interessato a
ATDMEDICINA ESTETICATRAININGNUTRIZIONEALTRO